Visualizzazioni totali

giovedì 18 dicembre 2014

PACCHERI VEGETARIANI RIPIENI DI BESCIAMELLA MELANZANE E ZUCCHINE
Ciao a tutti amici del blog la ricetta che vi propongo oggi è un primo piatto gustoso e molto sostanzioso: i paccheri con besciamella melanzane e zucchine disposti in verticale in una pirofila e gratinati in forno. Potete anche creare piccole monoporzioni da 6-10 paccheri a testa invece di metterli tutti in una pirofila. Questa è la versione vegetariana ma potete farla in tanti modi, potete riempirli con funghi e salsiccia, cotto e mozzarella, quattro formaggi, spinaci e ricotta con provolone, insomma potete sbizzarrirvi con la fantasia e farli in mille modi diversi!  

Ingredienti per due persone:
200 gr di paccheri
1 bottiglia di passata di pomodoro
1 cipolla
2 aglio
1 carota
prezzemolo, sale, olio extravergine q.b.
2 melanzane medie
2 zucchine medie

Per 250 gr di besciamella:
50 gr di farina
150 ml di latte
50 gr di burro
noce moscata e sale q.b.

Procedimento:
Preparate la besciamella. Fate sciogliere il burro in una casseruola, amalgamatevi la farina e aggiungete il latte. Spegnete il fuoco, mescolate bene con una frusta in modo da non far formare grumi ottenendo così una crema bella liscia. Aggiungete 100 gr di latte per renderla molto più fluida.
Preparate il sugo. In una padella fate soffriggere il trito di cipolla, aglio, prezzemolo e carota poi aggiungete la passata. Il sugo dovrà essere denso ma non troppo. Terminata la cottura aggiungete due cucchiai di besciamella.
Lavate e tagliate le verdure a cubetti piccoli. In una padella capiente mettete un filo di olio insieme ai cubetti di melanzane e zucchine e ad uno spicchio di aglio. Una volta cotte e intiepidite unitele con la besciamella che precedentemente avete preparato e messo da parte.
Fate lessare i paccheri, dovrete scolarli al dente (se ad esempio il tempo di cottura è 15 minuti a 10 minuti scolateli). Versate i paccheri nel condimento di salsa e besciamella, mescolate bene (il sugo deve essere freddo), in una pirofila mettete un bel mestolo di sugo poi uno alla volta riempite la pasta di besciamella e verdure con un cucchiaino. Poneteli nella pirofila in senso verticale e cuocete in forno a 200° per 10 minuti coperto da carta stagnola bucherellata.




















mercoledì 17 dicembre 2014

BOCCONCINI DI POLLO IN PADELLA CON ZUCCHINE E CAROTE
Ciao a tutti amici del blog oggi vi propongo un secondo piatto sfizioso, sano e leggero: bocconcini di pollo con le verdure! Un piatto ricco e leggero che piacerà anche ai più piccini, potrete servirlo sia caldo che freddo a seconda della stagione e il pollo potete infarinarlo e friggerlo leggermente o semplicemente grigliarlo.

Ingredienti:
200 gr di petto di pollo
farina tipo 0
3 zucchine
3 carote
2 scalogno (non troppo grandi)
olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.

Per la salsa:
500 ml di acqua
dado vegetale oppure un cucchiaino di granulato
La ricetta prevede anche 1/2 tazzina di salsa di soia e 2 cucchiaini di amido di frumento, io non li ho messi

Procedimento:
In un pentolino mettete l'acqua e il dado portate a ebollizione (se aggiungete la salsa di soia e i due cucchiaini di amido di frumento, sempre insieme al dado quindi a freddo, portate a ebollizione fino a quando non si sarà addensato il tutto).
Tagliate il pollo a pezzetti non molto piccoli ma nemmeno troppo grandi/lunghi infarinatelo e friggetelo in padella qualche minuto. Mettete da parte e aggiustate di sale e pepe. 
Lavate e tagliate le carote e le zucchine alla julienne. In una padella capiente fate soffriggere la cipolla insieme alle carote e alle zucchine, fate imbiondire dopo di chè versateci il pollo fritto e un mestolo di brodo vegetale. Aggiungete man mano che si secca altro brodo vegetale e continuate così fino a cottura ultimata delle verdure. Non fate seccare, un pò di cremina deve esserci sul fondo della padella in modo tale che quando andrete a servire il tutto non sarà secco. Mescolate spesso per non fare attaccare il tutto. Servite caldo o anche freddo a seconda della stagione. 
Pur non mettendo la salsa di soia e l'amido nel brodo, la crema si forma lo stesso ed è comunque buonissimo. 

N.B. volendo potete grigliare il pollo su una bistecchiera e poi tagliarlo a tocchetti aggiustandolo poi con un pò di sale e pepe. Uniteli poi alle carote e alle zucchine...seguite il procedimento sopra. Volendo potete servirlo nel piatto con un pò di riso integrale e salsa allo yogurt! :)  











domenica 14 dicembre 2014

SCAROLA E FASUL CON SALSICCIA 
La zuppa di fagioli e scarola è un piatto tipico della regione Campana che risale alla tradizione povera. Una minestra molto gustosa preparata con due alimenti molto utilizzati da queste parti. I fagioli abbondano sempre come contorno magari vicino alle salsicce o alla pasta mentre le scarole sono buonissime passate in padella accompagnate dal pane o alle pizze, in varie preparazioni rustiche. Provate questa meravigliosa zuppa con tozzi di pane secco. In questa ricetta ho voluto aggiungere la salsiccia.

Ingredienti:
300 gr di fagioli borlotti o cannellini
1 ceppo di scarola
2 salsicce
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva, sale, peperoncino q.b.

Procedimento:
Prima di tutto lavate bene la scarola sotto l'acqua corrente, foglia per foglia eliminando le foglie dure e la parte del gambo centrale poi mettetela in una casseruola con un pò di acqua e coprite con un coperchio facendole lessare per 15 minuti, fino a quando le foglie non saranno morbide e appassite. Giratele con un forchettone di tanto in tanto e aggiustate di sale. In una padella fate rosolare le salsicce tagliate a pezzetti nell'olio e mettete da parte. In un'altra pentola, mettete i fagioli (se usate quelli secchi metteteli in ammollo la sera prima e il giorno dopo fateli bollire per ammorbidirli) aggiungete uno spicchio di aglio, il peperoncino, l'olio e fate cuocere per 5 minuti in modo che insaporiscano. Unite poi la scarola scaldata scolata e la salsiccia a pezzi, mescolate la verdura con i legumi e fate insaporire qualche minuto. Aggiungete un pò di acqua circa due bicchieri e fate cuocere 5-10 minuti. 
Servite caldo, volendo con crostini di pane! :) 




















venerdì 12 dicembre 2014

PETTOLE E FASUL O CICER'
Ciao a tutti amici del blog oggi vi posto la ricetta della tradizione Campana, le pettole (la scorsa settimana vi ho postato la ricetta della mia amata Calabria, le Pettole Calabresi, Zippuli, zeppole ripene o vuote, dolci o salate...in Campania invece le pettole non sono altro che sfoglia di pasta fresca senza uova) pasta fresca fatta in casa, la sfoglia di pasta che poi viene tagliata a listarelle larghe irregolari ma non troppo lunghe e accoppiate sapientemente con fagioli o ceci (c'è anche chi le fà con l'aggiunta delle cozze, le pettole con i ceci, magari vi posterò il procedimento la prossima volta). Oggi ho voluto accoppiarle con i ceci (i'cicer').

Ingredienti per la pasta:
500 gr di farina di grano tenero (oppure se volete farne di meno 250 gr)
200 gr di acqua (con 250 gr di farina circa un bicchiere di acqua)
1 cucchiaino e mezzo di sale (...mezzo cucchiaino)
1 cucchiaio di olio, facoltativo (... 1 cucchiaino, c'è chi l'olio non lo mette proprio nell'impasto)

Per il sugo:
250 gr di ceci o fagioli
500 gr di pomodorini
olio extravergine di oliva, sale, prezzemolo q.b.
150 gr di cotica
1 aglio

Procedimento:

Per la pasta: su una spianatoia disponete la farina a fontana, al centro mettete l'acqua, il sale e l'olio, lavorate bene e formate una palla elastica. Con il mattarello stendete la pasta con uno spessore di massimo due millimetri. Spolverate con la farina e fate seccare. Arrotolate poi la sfoglia e aiutandovi con un coltello affilato, tagliate a listarelle irregolari, non più lunghe di 20 cm.

Per il sugo: prendete la cotica lavatela sotto l'acqua corrente e pulitela con una lametta da eventuali peli, prendete poi un un pentolino e fate bollire la cotica in modo tale da ammorbidirla e farle cacciare una buona parte di grasso. In una altro pentolino mettete un pò di olio extravergine di oliva e l'aglio schiacciato, fate soffriggere brevemente e aggiungeteci i pomodorini tagliati a metà, il prezzemolo, mantecate e aggiungete i ceci cotti (quelli già inscatolati, se usate quelli secchi metteteli in ammollo la sera prima poi cuoceteli e conservatevi un bicchiere della loro acqua di cottura), aggiungete un pò di acqua, sale e fate cuocere. Dal sugo ottenuto và tolto un mestolo di ceci e messo da parte, il resto và tutto passato con il passa verdure tranne la cotica. quest'ultima tagliatela a pezzetti non molto piccoli o a listarelle.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, mettete da parte un bicchiere di acqua di cottura delle pettole che andrete ad unirla al passato, servirà a formare quella inconfondibile e gustosa crema. Scolate le pettole, incorporate il sugo, il mestolo di ceci, il prezzemolo e la cotica, fate mantecare. Servite caldo, buon appetito! :) 

Curiosità: sopra vi ho postato la ricetta tipica della Campania ma questo piatto viene preparato anche nelle zone calabresi e viene chiamato "Lagani e Ciceri Ara Cusentina", questo piatto nasce in una provincia di Cosenza. Le "lagane" sono striscie di pasta senza uova composta solo di acqua e farina, larghe circa 2 cm e sono piuttosto spesse. Sono più larghe delle tagliatelle ma più strette delle lasagne. In Puglia invece una parte di lagane viene lessata in acqua salata e l'altra metà fritta in olio bollente fino a farle diventare gonfie e croccanti! Si uniscono le lagane fritte con quelle bollite e si aggiungono alle minestre o ai legumi con un filo di olio extravergine e pepe, si lasciano riposare per cinque minuti e poi si servono.

Ingredienti per la pasta: 
stessa quantità di farina 00 e di farina di semola rimacinata:
150 gr di farina 00
150 gr di farina di semola rimacinata
150 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale

350 gr di ceci secchi o già precotti
2 foglie di alloro
olio extravergine di oliva, pepe e sale q.b.
1 spicchio di aglio

Procedimento:
Disponete le farine a fontana e aggiungete l'acqua tiepida salata, e impastate energicamente per 10 minuti. L'impasto dovrà risultare sodo e compatto, se occorre aggiungete altra farina di semola. Lasciate riposare la pasta per una trentina di minuti. Tagliate l'impasto a metà, spolverate leggermente il piano di lavoro con un pò di farina e stendete entrambe le paste fino ad uno spessore di 2 mm. Arrotolate entrambi i veli di pasta e tagliate con un coltello delle strisce larghe 2 cm. otterrete una specie di tagliatelle che andrete a tagliare ad una lunghezza di 7-8 cm massimo. Srotolate e ponete le lagane su un vassoio infarinato di semola e proseguite così fino alla fine della pasta. Una volta terminate, spolverate con farina e coprite con un panno asciutto facendo riposare la pasta per un paio di ore.
Lessate poi in abbondante acqua salata. Nel frattempo soffriggete l'aglio schiacciato nell'olio (questo servirà come condimento). Scolate le lagane, aggiungeteci i ceci cotti e l'olio caldo (toglieteci l'aglio). Servite con foglie di alloro.




















giovedì 11 dicembre 2014

RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON FUNGHI PORCINI
Buongiorno amici del blog oggi vi posto la ricetta di un primo piatto autunnale davvero gustoso: il risotto allo zafferano con funghi porcini una ricetta che si presta ad essere realizzata soprattutto quando si hanno degli ospiti e volete servire un piatto semplice da preparare dal risultato strepitoso! :)

Ingredienti per il risotto (4 persone):
500 gr di riso arborio
1 litro di brodo vegetale
1 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco
1 dado vegetale
1 dado o granulato ai funghi porcini
1 bustina di zafferano
125 gr di burro
sale, olio extravergine di oliva e parmigiano q.b.

Ingredienti per spadellare i funghi:
300 gr di funghi porcini
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1/2 bicchiere di vino bianco
2 spicchi di aglio
pepe nero macinato al momento, prezzemolo e sale q.b.

Procedimento:
Pulire i funghi privandoli della parte con la terra sotto e sciacquarli bene sotto l'acqua corrente, affettarli e tagliarli a pezzetti. 
Preparate il brodo vegetale. In una padella capiente antiaderente metteteci l'olio, lo scalogno tritato e fate rosolare a fiamma dolce. Appena dorato aggiungete un cucchiaio di brodo vegetale e fate insaporire per un paio di minuti (volendo potete aggiungere un dado o un cucchiaino di granulato ai funghi porcini).
Alzate la fiamma, aggiungete il riso e fate tostare un minuto, mescolate continuamente con un cucchiaio di legno. Sempre mescolando, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e fate evaporare, aggiungete poi 4-5 mestoli di brodo vegetale bollente. Continuate ad aggiungere il brodo ogni volta che il riso si asciuga e mescolate di tanto in tanto, non fate seccare altrimenti la cottura verrà male e di conseguenza anche il sapore sarà un pò diverso. A metà cottura aggiungete lo zafferano al risotto sciogliendolo in un bicchiere di brodo. mentre il risotto finisce di cuocere mettete in una padella l'olio e gli spicchi di aglio schiacciati, fateli dorare bene a fiamma viva, toglieteli e aggiungete i funghi. Fateli saltare qualche minuto sempre a fiamma alta poi aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco, sale, prezzemolo e una manciata di pepe nero macinato, fate cuocere qualche minuto fino a quando il fondo cottura non sarà asciutto. Aggiungete i funghi al risotto, aggiustate di sale e mantecate il tutto con una spolverata di parmigiano e il burro. Servite caldo. Buon appetito! :)  

  

























mercoledì 3 dicembre 2014

DOLCETTI CON CUORE MORBIDO ALLA NUTELLA 
Ciao a tutti amici del blog oggi avevo proprio voglia di qualcosa di dolce e così ho fatto i dolcetti con cuore morbido alla nutella, velocissimi da preparare e di facile realizzazione. Questa ricetta non prevede burro ed è un pò diversa dal solito tortino dal cuore morbido che solitamente si prepara, restano umidi e si possono conservare anche per una settimana a temperatura ambiente dentro una scatola di latta chiusa ermeticamente. Sono perfetti per la colazione e sfiziosissimi anche come merenda!  

Ingredienti per 16 dolcetti:
285 gr di farina
250 gr di zucchero
4 uova
1 bustina di lievito chimico per dolci
90 gr di olio di semi di mais
mezzo bicchiere di acqua
50 gr di cacao amaro
mezza tazzina di liquore al cioccolato (facoltativo)
zucchero a velo q.b.

Per il ripieno (facoltativo):
crema di nocciola, nutella, marmellata... q.b.

Procedimento:
Nella ciotola della planetaria (se non l'avete usate una ciotola dai bordi alti e la frusta elettrica) montate lo zucchero con le uova. Versateci poi l'olio con il mezzo bicchiere di acqua, continuate a montare e versate mezza tazzina di liquore al cioccolato. Fermate la macchina e cambiate gancio, usate la Frusta K (Foglia) aggiungete la farina, il cacao e il lievito setacciati, velocità minima per un paio di minuti. Il composto risulterà abbastanza fluido. Mettete in una tasca da pasticcere e in un apposito stampo per tortini mettete i pirottini e versate 1/4 del composto, mettete mezzo cucchiaino di nutella (oppure crema di nocciola, marmellata...volendo potete anche non mettere nulla) mettere un altro pò di composto (deve arrivare a metà pirottino) e infornare a 175°per 20 massimo 25 minuti.  



















martedì 2 dicembre 2014

PIZZA DI SCAROLA


Ciao a tutti amici del blog oggi vi presento la pizza di scarola una fragrante pizza farcita originale della regione campana che solitamente si prepara durante il periodo natalizio. Il ripieno è a base di scarola, olive nere, pinoli, acciughe, capperi e uva sultanina. Personalmente la preferisco più semplice senza capperi, acciughe e uvetta ma è questione di gusto :).

Ingredienti per una pizza ripiena diametro 28 cm:
500 gr di farina 
mezzo cucchiaio di olio
mezzo cucchiaio di sale
25 gr di lievito di birra (va bene anche il lievito secco)
300 ml circa di acqua tiepida

Procedimento: 
Se non avete la planetaria (impastatrice) disponete la farina (400 gr gli altri 100 vi serviranno per la spianatoia) a fontana, fate un buco al centro e metteteci il sale, l'olio, i 600 ml di acqua tiepida. Impastate solo al centro facendo sciogliere bene il lievito dopo di ché prendere dai lati la farina  un pò alla volta e impastare il tutto. Una volta impastato sporcarsi le mani di farina per pulirsi dai residui di pasta, unire i residui più (un pò alla volta) una parte dei 100 gr di farina che avete messo da parte all'inizio. Quando il fondo della ciotola sarà pulito da tutti i residui e la pasta non si attaccherà più alle mani l'impasto sarà pronto. Sbattete energicamente sul tavolo 2-3 volte e mettetelo a riposare nella ciotola per un'ora (o almeno fino a quando non sarà raddoppiato di volume).
Trascorso il tempo, in una pirofila (potete metterla in qualsiasi forma vi piace non necessariamente deve essere rotonda la teglia) imburratela leggermente e mettete un foglio di carta forno. Stendete la pasta e adagiatela all'interno del ruoto arrivando fino a fuori il bordo.
In una ciotola a parte (dopo aver lavato bene la scarola) condite la scarola con sale, olio, olive nere, pinoli, acciughe, capperi e uvetta (la scarola personalmente la metto a crudo, non la faccio cuocere prima questo perchè la pizza si manterrà bella asciutta sul fondo e comunque sarà più buona), poi mettetela in teglia.
Stendete un altro pezzo di pasta e fate da copertura, bucherellate con una forchetta la parte superiore...

...spennellate con un pò di olio extravergine e infornate la pizza a 200° per circa 40-45 minuti (dipende dal vostro forno). Toglietela quando si sarà dorata in tutte le sue parti. 


























domenica 30 novembre 2014

PACCHERI CON PESTO AL PISTACCHIO DI BRONTE E PANCETTA
Buongiorno amici del blog oggi vi presento un primo piatto davvero eccezionale, i paccheri con il pesto al pistacchio di Bronte e pancetta che si prepara giusto il tempo di cuocere la pasta. In questo caso ho scelto questo tipo di pasta ma volendo potete utilizzare i rigatoni, le linguine...potete anche variare gli ingredienti, al posto della pancetta potete mettere il prosciutto crudo, lo speck, le zucchine, i gamberetti...Questa ricetta non prevede la panna ma se seguirete i miei consigli avrete una bella consistenza cremosa.

Ingredienti per due persone: 
200 gr di pasta
200 gr di pancetta a cubetti
150 gr di pesto di pistacchio di Bronte
20 gr di pistacchi tritati
parmigiano reggiano grattugiato o grana q.b.
3-4 cucchiai di olio extravergine

Procedimento:
Cominciate col cuocere la pasta, giunti quasi a cottura tritate la cipolla finemente e fate soffriggere insieme alla pancetta. Aggiungete un vasetto di pesto di pistacchio di Bronte e fate cuocere qualche minuto, se serve aggiungete un pò di acqua di cottura della pasta. Scolate i paccheri al dente e uniteli al condimento. Mantecate con una bella spolverata di parmigiano grattugiato e servite caldo spolverizzando i paccheri con il tritato di pistacchi. Buon appetito! :)
















venerdì 28 novembre 2014

MARITOZZI

Ciao a tutti amici del blog stasera a cena avrò una coppia di amici e visto che non mi andava di presentare il classico dolce serale ho pensato di preparare i Maritozzi, sono panini soffici e golosi tipici della cucina romana vengono serviti in tutta la Capitale e dintorni per la colazione! Possono essere farciti con panna montata, crema pasticcera, nutella e panna, crema di nocciole...insomma come preferite! L'impasto dei maritozzi si può fare in due modi: solo con scorza di arancia oppure l'aggiunta di pinoli e uvetta, una volta cotti i panini vanno spennellati con uno sciroppo di acqua e zucchero e tagliati nel mezzo per essere farciti. 

Ingredienti per 14 maritozzi:
300 gr di farina W
250 gr di farina 00
20 gr di lievito di birra (oppure una bustina di lievito disidratato Mastro Fornaio)
100 gr di latte
2 uova intere
70 gr di zucchero
80 gr di acqua
50 gr di burro ammorbidito
8 gr di sale
scorza grattugiata di una arancia
1 bacca di vaniglia (vi consiglio la Bourbon)

Per spennellare:
160 gr di zucchero
120 gr di acqua

Per farcire:
200 gr di panna

Per la decorazione:
zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Per prima cosa togliete il burro dal frigo. In una ciotola (se avete una impastatrice usate il Gancio Impastatore velocità minima poi 1) mettete le farine con lo zucchero, il lievito sbriciolato e impastate versando latte e acqua a filo. Unite poi le uova, sempre a filo, e lavorate fino ad ottenere un'impasto omogeneo. Aggiunte la scorza di arancia (e se preferite pinoli e uvetta) e i semi della bacca di vaniglia. Infine unite il sale e il burro ammorbidito un pò alla volta. Lasciate lievitare per un'ora e mezza coperta da un panno caldo.
Trascorso il tempo, quando avrà raddoppiato il suo volume, formate tante palline di 70-80 gr massimo e date la forma del maritozzo a ciascuna pallina. Disponeteli su una teglia rivestita con carta forno e coprite con un panno da cucina e un plaid caldo facendo lievitare un'altra ora. Eccoli lievitati.
Infornare a 180° per 20 minuti (i maritozzi non dovranno essere pallidi ma bene dorati). Nel frattempo preparate lo sciroppo: sciogliete, senza mescolare, lo zucchero e l'acqua in un pentolino, una volta sfornati i maritozzi spennellateli con lo sciroppo. Praticate un'incisione e farciteli con la panna (o con quello che volete) e servite spolverizzando con zucchero a velo.
Consiglio: se non dovete mangiarli subito vi consiglio di farcirli al momento prima di servirli, e nel frattempo di conservarli sotto una campana di vetro. I maritozzi possono essere così conservati per massimo due giorni, volendo potete congelarli, singolarmente per evitare che si attachino fra loro, e all'occorrenza servirli. 















































mercoledì 26 novembre 2014

MOSTACCIOLI NAPOLETANI
I mostaccioli napoletani sono dolci natalizi immancabili sulle tavole campane il giorno di Natale e tutte le feste. Si preparano molto spesso in casa, seguendo la ricetta tradizionale di famiglia, e in gran quantità visto che si conservano molto allungo. Molte sono le varianti delle ricette per prepararli, tipicamente insieme ai mostaccioli vengono preparati anche i roccocò e gli struffoli per un natale molto dolce! 

Ingredienti per 65 mostaccioli (con uno stampo di circa 4 cm):
500 gr di farina
300 gr di zucchero (quello di canna io uso quello)
25 gr di cacao amaro (2 cucchiaini)
5 gr di pisto, marca Saporita (se non l'avete o non lo trovate basteranno 5 gr fra cannella, noce moscata, chiodi di garofano, anice stellato, coriandolo) 
10 gr di ammoniaca
1 arancia (scorza e succo)
150 ml di acqua tiepida

Per la copertura:
1 kg di cioccolato fondente
marmellata di albicocche q.b.

Procedimento:
Prendere la farina e disporla su un piano di lavoro o in una ciotola capiente, disporla a fontana e al centro mettere tutti gli ingredienti, l'ammoniaca scioglietela in due dita di acqua. Impastate il tutto (se avete una impastatrice e usate quella vi servirà la Frusta K, Foglia) formando un panetto molto morbido e senza grumi (deve essere più morbido della frolla, se risulta asciutto e un pò "duro" aggiungete altra acqua poco per volta). Mettete a riposare in frigo almeno un'ora. 
Scaldate il forno a 200°. stendete la pasta massimo di un cm (tanto in forno si gonfieranno un pò) quindi ricavare dalla pasta dei rombi usando un apposito stampo e adagiare su una teglia rivestita con carta forno. Cuocere per 15 minuti a 200° (forno ventilato, calcolando che devono essere morbidi e non secchi!, una volta freddi diventeranno duri) e lasciare raffreddare bene prima di spennellare con la confettura di albicocche calda e glassare, una volta sfreddati, con il cioccolato fondente sciolto a bagno maria. Stendere abbondantemente il cioccolato con il pennello senza portar via la marmellata. 
I vostri mostaccioli sono pronti! :)
  























PANGOCCIOLI SOFFICISSIMI
Buongiorno amici del blog oggi vi presento una ricetta che non ha bisogno di molte presentazioni poichè i pangoccioli sono sofficissimi panini con gocce di cioccolato, come quelli che solitamente vengono acquistati al supermercato, delle migliori marche, non per peccare di presunzione ma questi senza dubbio sono più buoni! I prodotti caserecci senza conservanti, alcool e prodotti chimici vari di conservazione sono da sempre i migliori non trovate? :) 
Questi panini volendo potete prepararli vuoti, ripieni di uvetta, gocce di cioccolato, marmellata, nutella ... e perchè no, anche salati!, come preferite :) ottimi per una colazione, merenda o buffet!
Sotto nella ricetta vi sono tutti le spiegazioni per realizzare i panini come più preferite!

Ingredienti per 20-25 pangoccioli:
480 gr di farina W
480 di farina 
600 ml di latte 
1/4 di lievito di birra (oppure lievito disidratato)
50 gr di burro 
50 gr di olio extravergine
20 gr di sale
60 gr di zucchero
1 cucchiaino di miele
1 tuorlo e un pò di latte per spennellare
300 gr di gocce di cioccolato

Procedimento:
Per prima cosa sciogliete il lievito nel latte tiepido e in una ciotola dai bordi alti (se avete una impastatrice mettete tutti gli ingredienti nella ciotola e usate la Frusta K, Foglia) unitelo insieme allo zucchero, il burro fuso e l'olio, mescolate bene poi aggiungete le farine, il miele e il sale. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Aggiungete poi le gocce di cioccolato e mettete a lievitare coperto da un panno umido e un panno caldo per 3 ore. 
Trascorso il tempo, suddividete l'impasto in palline, metterle su una placca coperta da carta forno e lasciate lievitare un altra ora (magari sotto al forno leggermente caldo o con luce accesa). 
Spennellate con il latte ed il tuorlo e infornate panini a 200° per 15 minuti, la temperatura varia a seconda del forno, vi consiglio di fare la prova stecchino dopo 15 minuti. La cottura è fondamentale per un prodotto soffice e areato. 

E voit là i pangoccioli sono pronti per essere mangiati! :)  











Per conservare i vostri pangoccioli vi consiglio di sigillarli bene subito dopo il raffreddamento completo (circa 50 minuti) in un sacchetto di plastica per alimenti, l'aria è nemica della morbidezza! In questo modo si conservano perfettamente per 3 giorni.

P.S. se volete fare i vostri panini ripieni quando preparate l'impasto non aggiungete le gocce di cioccolato o uvetta ma lasciate lievitare, trascorso il tempo prendere 30 gr di impasto alla volta, stenderlo con il mattarello, formando un cerchio e al centro metterci la nutella o la marmellata. Chiudere la pasta dando forma di una pallina. Una volta cotti cospargere di zucchero a velo! :)

Con lo stesso impasto ho fatto la danubiana (in forno 200°per 30-35 minuti) e panini ripieni di salumi e formaggi, voi potete aggiungerci anche delle verdure cotte precedentemente... o invece dei panini potete realizzare forme di cornetti, treccia...




















martedì 25 novembre 2014

ROTOLINI DI PANCARRE' FRITTI , PIADINE E CREPS
Buona sera amici del blog questa sera io e mio marito in compagnia dei miei genitori ci siamo dati alle "schifezze" fra piadine, creps e rotolini di pancarré fritti, sono tre ricette semplici e sfiziose che potrete preparare per una festa o semplicemente come secondo! La farcitura varia a seconda del gusto potrete farcirli con verdure, salumi e formaggi, per quanto riguarda i rotolini e le creps possono essere sia dolci che salati  e farciti come volete, a seconda della vostra fantasia.

Iniziamo con i rotolini. 
10 fette di pancarré
sale
2 uova
pan grattato
olio di semi di mais per friggere
verdure o salumi e formaggi a piacere

Procedimento:
Prendete le fette di pancarré e tagliate la cornice intorno (potete anche utilizzare del pane per tramezzini se non avete il pancarré) stendete le fette una per una con il mattarello e farcite come preferite. Arrotolate le fette su se stesse formando appunto un rotolino, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo una mezz'ora. Trascorso il tempo, passate ogni rotolino nell'uovo in cui avrete aggiunto il sale, e poi nel pangrattato e friggete in abbondante olio facendoli dorare. Servite!

Per le piadine (ne escono 8):
500 gr di farina 00
210 ml di acqua
80 gr di strutto
1 cucchiaio di sale
1 pizzico di bicarbonato
verdure o salumi e formaggi a piacere

Procedimento:
In una ciotola (se avete l'impastatrice usate il Gancio Impastatore velocità minima poi 1) mettete la farina, il sale, il bicarbonato e lo strutto, iniziate a lavorare il tutto aggiungendo l'acqua a filo. Lavorate l'impasto energicamente per una decina di minuti fino a formare un panetto liscio ed omogeneo, poi coprite con un panno caldo e fate riposare per 30 minuti. Trascorso il tempo dividete l'impasto in otto pezzi di uguale peso, formate delle palline, con l'aiuto di un mattarello stendete ogni pallina ottenendo una sfoglia  con forma tondeggiante e sottile. Prendete una piastra per creps o comunque una padella piatta antiaderente fatela riscaldare poi adagiateci, una per volta, la piadina bucherellate la parte superiore per evitare che si formino le bolle di aria. Cuocerle un paio di minuti per lato. Una volta pronte farcite a piacere e se volete ripassatele nella padella.


Per le Creps (ne escono 8):
200 gr di farina
300 gr di latte
2 uova
1 pizzico di sale 
40 gr di burro
verdure o salumi e formaggi a piacere
(volendo farle dolci potete aggiungere 60 gr di zucchero, 1 pizzico di cannella, un bicchierino di rhum o cognac (facoltativo),  1 bacca di vaniglia)

Procedimento:
In una ciotola dai bordi alti mettete la farina setacciata con un pizzico di sale, il latte e lavorate bene il composto con una frusta, l'impasto dovrà risultare liscio ed omogeneo. 


Sbattete a parte le uova con una forchetta affinché si amalgamino, poi aggiungete alla pastella e continuate a mescolare, aggiungete in fine il burro fuso tiepido e coprite la ciotola con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per almeno una mezz'ora.
Scaldate sul fuoco una padella antiaderente per creps, fatevi fondere una piccola noce di burro (se avete lo staccante usate quello), quando sarà ben calda versatevi un mestolino di pastella e cercate di distribuirla su tutta la superficie aiutandovi con l'apposito attrezzo per crep (se non l'avete usate un cucchiaio oppure il mestolo) questa è un operazione da farsi molto velocemente perchè la pastella a contatto con la padella calda tende subito a solidificarsi.
Una volta pronte le creps, potete metterci il ripieno che volete (io ho fatto alcune vegetariane con spinaci e provola, bietola, sottilette e prosciutto cotto ed altre con pancetta, provola, prosciutto crudo e sottilette), io per fare fondere anche il ripieno le ho nuovamente riscaldate sulla padella. :)











CANTUCCINI
Mancano poche settimane a natale e in casa mia sono già alle prese con i preparativi per questa bellissima festa! Tra panettoni, pandori, mostaccioli, pitte 'nchiusa calabresi, rustici e pizze piene, casette di pan pepato... insomma non mi faccio mancare nulla delle tradizioni natalizie. Oggi voglio condividere con voi la ricetta dei cantuccini sono biscotti a base di mandorle tipiche della cucina Toscana che tutta l'Italia ama gustare e che sbucano ogni anno sotto l'albero di Natale! Invece di comprarli potete farli anche voi a casa, sono facilissimi da preparare. I cantuccini sono ottimi se serviti con un bicchierino di Vin Santo! Il Vin Santo è un tipo di vino da dessert i cantucci vengono serviti con un bicchierino di questo vino solitamente per essere inzuppati, per accentuarne il sapore e per ammorbidirli. 

Ingredienti per 35 cantucci:
200 gr di zucchero
250 gr di farina
200 gr di mandorle intere sgusciate
2 uova 
50 gr di burro ammorbidito
30 gr di Vin Santo (a piacere) 
1 tuorlo per spennellare

Procedimento: 
In una ciotola dai bordi alti (se avete una impastatrice usate la frusta K, foglia) mescolate le uova con lo zucchero, la vanillina e il burro ammorbidito. Aggiungete poi la farina e le mandorle, formate un panetto di forma allungata, schiacciatelo leggermente, copritelo con pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per 30 minuti. 
Trascorso il tempo, formate due strisce lunghe (tipo una baguette) alti circa 1,5 cm massimo 2 cm, foderate una teglia con carta forno e disponeteci i filoncini. Spennellate con un rosso d'uovo le due superfici e infornate a 190° per 30 minuti, una volta cotti togliere dal forno, attendere cinque minuti, tagliate i due filoni a fette oblique (servitevi di un coltello affilato) per ricavare la forma dei vostri cantucci. Ripassare in forno a 180° per 15-20 minuti in modo che siano ben croccanti. Girateli dopo 7 minuti.
P.S. all'impasto invece delle mandorle potete aggiungere gocce di cioccolato fondente e pistacchi oppure solo le gocce di cioccolato :)






















lunedì 24 novembre 2014

ZIPPULI CALABRESI DOLCI E SALATE  (pèttole)
Ciao a tutti amici del blog oggi vi presento una ricetta semplicissima delle zeppole calabresi (dette zippuli in dialetto calabrese e pettole nel dialetto di Taranto, pèttele in dialetto Pugliese) mi sono un pò anticipata perchè nella nostra tradizione si preparano a partire dal'8 dicembre, il giorno dell'immacolata e per tutto il periodo natalizio. Di solito anche per la festa del 7 luglio vengono preparate durante le festività della Festa Patronale o nelle sagre di paese soprattutto per i turisti. I zippuli da noi si preparano ripiene di nduja, acciughe, baccalà, vuote, ecc. mentre a Taranto vengono preparate nel giorno di Santa Cecilia il 22 novembre e a seguire durante le festività natalizie, vengono fritte vuote e solitamente cosparse di zucchero semolato. Le pettole vengono preparate in varie zone della Calabria, Puglia, Basilicata, Campania e vengono servite non solo cosparse di sale o zucchero ma anche con del vincotto o miele, dipende dalle zone. Nell'impasto alcune ricette riportano come ingrediente una patata lessa da schiacciare e unire al composto. La mia è la versione calabrese classica, quello che mi hanno insegnato quando abitavo in Calabria.
Le zeppole si possono fare nella forma classica a pallina oppure di una forma un pò allungata (quest'ultime magari più in versione salata).

Ingredienti per circa 30 zippuli:
500 gr di farina
500 ml di acqua tiepida (o di latte che vengono più morbide)
12 gr di lievito (va bene anche quello disidratato da 7 gr anche se la dose equivale a 25 gr di lievito fresco)
1 cucchiaino e mezzo di sale

Procedimento:
In una ciotola capiente unite la farina, il sale, il lievito e il latte a filo. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, l'impasto dovrà essere molle. Mettete a lievitare per minimo 2 ore, massimo 3, trascorso il tempo, per la versione salata prendete un cucchiaio, passatelo sotto l'acqua fredda e prendete un pò di impasto (se volete farle ripiene, infilateci all'interno un pezzetto di caciocavallo oppure un quarto di acciuga o nduja...quello che volete) e friggete in abbondante olio e fate dorare. 
Per quanto riguarda la versione dolce basta prendere la pasta con un cucchiaio bagnato e tuffarla direttamente nell'olio dopo averla chiusa bene su se stessa.
Una volta pronte, scolatele su un foglio di carta assorbente e cospargete di sale o zucchero (dipende se nell'impasto fatto ci andate ad aggiungere un ripieno oppure le lasciate vuote). Le pettole dolci potete servirle cosparse di zucchero semolato, zucchero semolato e cannella, e alcune con miele leggermente riscaldato con qualche cucchiaio di limoncello. 
Consiglio: friggete prima le zeppole dolci in modo che insaporiscano l'olio dove andrete poi a friggere quelle salate.


























domenica 23 novembre 2014

CREPS AL CACAO CON RICOTTA E GOCCE DI CIOCCOLATO
Buongiorno amici del blog oggi vi presento una nuova versione delle creps, come sapete ne esistono la versione dell'impasto classico con nutella e la versione salata (che trovate sempre quì sul mio blog). Stamattina invece della classica versione voglio farvi provare le creps al cacao con ricotta e gocce di cioccolato una colazione golosa e sostanziosa che piacerà a grandi e piccini! Facilissime da fare si preparano in pochi minuti. Vi consiglio di provarla :)

Ingredienti per 4 creps al cacao:
60 gr di farina
20 gr di zucchero
20 gr di cacao amaro
150 ml di latte
1 uovo
1 noce di burro
300 gr di ricotta di bufala
gocce di cioccolato e zucchero a velo q.b.

Procedimento:
In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero e il cacao, aggiungete il latte a filo e mescolate con una frusta fino ad ottenere un composto fluido e senza grumi. Separate l'uovo dall'albume e montate a parte, aggiungete il tuorlo al composto e sbattete, mescolate dal basso verso l'alto l'albume montato (se volete saltare questo passaggio l'uovo lo mettete intero nel composto) e coprite con pellicola trasparente e fate riposare in frigo per mezz'ora. Trascorso il tempo, sciogliete una noce di burro in una padella antiaderente per creps (oppure usate lo staccante) e quindi versate un mestolo di pastella. Cuocete le crep per un minuto girandole con l'aiuto di una spatola. Man mano che le creps saranno pronte mettetele su un piatto piano, preparate il ripieno di ricotta e gocce di cioccolato e un pò di zucchero a velo. Sbattete bene fino ad avere una crema omogenea, poi spalmatele sulle creps, chiudete a metà e spolverizzate con zucchero a velo (se non preferite la ricotta potete anche metterci la nutella).

















PANCAKES
Buongiorno amici del blog oggi vi posto una ricetta golosa, i Pancakes! Sono le tipiche frittelle cotte in padella che vediamo nelle tavole americane dei film e e sitcom che ci propongono in tv. Facilissime da preparare, i pancakes li propongono sia come colazione che come merenda pomeridiana e solitamente vengono serviti con sciroppo d'acero (lo trovate facilmente nei grandi supermercati), volendo come variante potete metterci, creme, marmellate, frutta con salsa di cioccolato o come ho fatto io, con lo sciroppo d'acero. I pancakes potete mangiarli anche in versione salata magari con uova strapazzate e bacon croccante, questa è la versione che preferisco visto che sono un'amante del salato! :)
 

Ingredienti per circa 8 pancakes diametro12 cm:
200 gr di farina 
2 cucchiaini di lievito chimico per dolci
1 cucchiaino di zucchero
mezzo cucchiaino scarso di sale
2 uova
200 ml di latte
3 cucchiai di olio di semi vari (io uso quello di mais)
burro per ungere la padella (oppure staccante)

Procedimento:
In un recipiente uniamo tutti gli ingredienti secchi setacciati: farina, zucchero, sale, lievito. 
In un'altra ciotola mettiamo il latte con l'olio, separiamo i tuorli dagli albumi e li uniamo al composto di latte e olio sbattendo con una forchetta. Montiamo a neve ferma gli albumi. Aggiungiamo agli ingredienti secchi quelli liquidi e mescoliamo bene (io ho usato una frusta se non l'avete potete usare un cucchiaio di legno), il composto dovrà risultare liscio ed omogeneo. Amalgamiamo delicatamente gli albumi montati a neve facendo movimenti dal basso verso l'alto per non farli smontare.  
In una padella antiaderente per crep, mettete un noce di burro o lo staccante, una volta riscaldata verseremo un cucchiaio di composto facendo formare un pancake di circa 12 cm di diametro. Quando sulla superficie sarà coperta da alcune bolle e apparirà opaca rigirarli dall'altro verso per fare dorare anche quella parte, a questo punto il pancake sarà pronto. continuiamo così fino a che finiremo la pastella, impiattiamo infilandoli l'uno sull'altro e piacere potremmo farcirli come ci pare! :)




















venerdì 21 novembre 2014

LINGUINE CON ZUCCHINE SERVITE SU UN LETTO DI PROSCIUTTO IN PAGNOTTA
Ciao a tutti amici del blog oggi vi propongo un primo piatto "scenografico" poichè la pasta viene presentata dentro una pagnotta fragrante con al suo interno fettine di prosciutto cotto! E' una idea carina da servire a pranzo o in una cena ed essendo un piatto sostanzioso come secondo vi basterà servire una bella insalata e un dolcino! :)

 Ingredienti:
250 gr di linguine
300 gr di zucchine
100 gr di parmigiano
3-4 fettine di prosciutto cotto
20 gr di burro
1 pagnotta alta
pan grattato, sale, pepe, olio q.b.

Procedimento:
Prima di tutto lavate e asciugate le zucchine poi tagliatele a cubettini e mettetele in una padella capiente con dell'olio e una noce di burro, fate soffriggere. Mettete a cuocere la pasta, nel frattempo, nella padella con le zucchine, aggiungete un mestolo di acqua di cottura, una volta scolata la pasta molto al dente aggiungetela alle zucchine insieme, se è necessario, ad un altro mestolo di acqua di cottura e portate a termine la cottura. Spolverate infine con parmigiano grattugiato, pepe e pan grattato e servite dentro la pagnotta con al suo interno fettine di prosciutto cotto o crudo o speck. 
Questa versione potete farla anche mettendo all'interno della pagnotta una bella zuppa di legumi, io nella foto a fianco vi ho messo l'esempio di fagioli e cicoria!














giovedì 20 novembre 2014

PAN BRIOCHE SALATO
Buonasera amici del blog voglio postarvi una ricetta saporita che potrete presentare a pranzo, cena, per la tavola in festa oppure occasioni particolari! Questo è un pan brioche fragrante all'insegna della sofficità da farcire come meglio preferite! Con salumi e formaggi (come ho fatto io), con verdure grigliate e non ... insomma con quello che più vi piace!

Ingredienti:
500 gr di farina W
2 uova 
200 ml di latte tiepido
60 gr di burro ammorbidito
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini e mezzo di sale
7 gr di lievito disidratato
salumi a fette a piacere q.b.
1 tuorlo più un cucchiaio di latte per spennellare

Procedimento:
In una ciotola capiente mescolare la farina, lo zucchero, il sale e il lievito. Unite le uova e il latte a filo cercando di incorporare bene gli ingredienti secchi mescolando con una forchetta. Unite per ultimo il burro ammorbidito, date una prima impastata all'interno della ciotola, poi rovesciate su un piano leggermente infarinato. Impastate energicamente l'impasto per 15 minuti. Quando avrete ottenuto una bella palla morbida e liscia, spolveratela leggermente di farina e mettetela in una ciotola coperta da un panno caldo e fate lievitare fino al raddoppio (un'ora o due). 
Passato il tempo, stendete la pasta a forma rettangolare, spessore 1-2 cm farcitelo con salumi e formaggi senza però arrivare ai bordi, arrotolatelo poi su stesso dalla parte del lato più lungo. Poggiatelo su una teglia coperta da carta forno e lasciate riposare per un altra ora coperta da un panno caldo. Infornate poi a 180° per 35-40 minuti.





































BOCCONCINI DI POLLO CON OLIVE NERE DI GAETA, PINOLI E CAPPERI


Buongiorno amici del blog oggi voglio condividere con voi una ricetta semplice, gustosa ma soprattutto veloce: i bocconcini di pollo con olive nere di Gaeta, pinoli e capperi sono un secondo piatto semplice e sostanzioso che potrete servire anche per un buffet. 

Ingredienti:
300 gr di petto di pollo (possibilmente dalle fette spesse)
200 gr di olive nere di Gaeta (da denocciolare)
150 gr di pinoli
100 gr di capperi 
2 cucchiai di farina 00
3-4 cucchiai di acqua 
olio, sale, pepe q.b.

Procedimento:
Tagliate il pollo a bocconcini e mettetelo in una padella con due cucchiai di olio e fate rosolare qualche minuto. Salate e pepate. Togliete i bocconcini di pollo e mettete da parte. Nel frattempo nella stessa padella fate tostare i pinoli, le olive nere tagliate a metà e capperi. Passati qualche minuto aggiungete i bocconcini di pollo. Nel frattempo in una ciotola mettete 3-4 cucchiai di acqua con due cucchiai di farina, sbattete fate diventare una salsetta liscia e omogenea (dovrà essere abbastanza liquida. A questo punto spegnete il fuoco e aggiungete il composto di acqua e farina, fate rapprendere e servite.
















   























mercoledì 19 novembre 2014

LINGUINE AL LIMONE E TONNO
Ciao a tutti amici del blog oggi vi posto una ricetta semplicissima, gustoso e super veloce!Le linguine al limone e tonno sono un primo piatto che si può tranquillamente preparare all'ultimo minuto. Il tonno è un alimento molto versatile in cucina, si possono preparare salse, sughi, insalate, preparazioni miste da consumarsi sia calde che fredde. Facilissimo da trovare, il tonno lo si trova facilmente in molte versioni: sugli scaffali del supermercato, sott'olio o al naturale, patè, essiccato, sul banco del pesce e sotto sale. 
Dopo avervi fatto "un ripassino" sul tonno vediamo come preparare questo piatto! :)

Ingredienti per due persone:
200 gr di linguine
160 gr di tonno in scatola (equivale a due scatolette piccole) 
il succo di un limone
scorza di limone grattugiata, sale, olio extravergine, prezzemolo q.b.
peperoncino (facoltativo) q.b.

Procedimento:
Portate a ebollizione l'acqua, salate e buttateci le linguine. Nel frattempo in una padella capiente mettete un filo di olio, il succo di un limone, prezzemolo, peperoncino (privatelo dei semi), tonno ( non sgocciolateli, metteteci lo stesso olio della scatoletta, viene più saporito) scaldate tutto a fuoco moderato. Scolate la pasta al dente e trasferitela nella padella, mescolate velocemente e servite caldo con una spolverata di peperoncino, scaglie di limone grattugiato, prezzemolo e un filo di olio extravergine a crudo.
Buon appetito! :)



















martedì 18 novembre 2014

MINI STRUDEL ALLE MELE
Buongiorno amici del blog stamattina per la colazione ho deciso di preparare mini strudel alle mele, questo dolce ha origini Turche, i turchi preparavano un dolce di mele simile che si chiamava "baklava". Questa ricetta fu variata e modificata nel tempo dagli ungheresi nell'attuale strudel, che poi ha preso piede in Austria fino a finire nella tradizione dolciaria del Trentino Alto Adige. Questo dolce ha infatti preso molto successo soprattutto perchè in questa regione ci sono numerose coltivazione di mele. La ricetta l'ho un pò modificata poichè a casa mia c'è chi non gradisce molto ingredienti come l'uva passa. La ricetta originale prevede nella preparazione del ripieno: mele, pinoli o noci, uvetta, rum, burro, pan grattato, zucchero, limone e cannella.

Ingredienti per la pasta brisè dose per 250 gr di pasta:
175 gr di farina
1 pizzico di sale
85 gr di burro o margarina a pezzi, oppure burro o margarina e strutto o grasso vegetale in parti uguali
30-45 ml di acqua fredda

Ingredienti per il ripieno:
2 mele grandi
il succo di un limone
1 cucchiaio di zucchero di canna 
2 cucchiai di marmellata di pesche o albicocca
cannella q.b.
zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Per la pasta brisè: mettete la farina, il sale, il burro/margarina nel recipiente della vostra impastatrice (oppure in una grande ciotola e lavorate a mano) utilizzando la frusta K (foglia) a velocità 2, lavorate fino a quando gli ingredienti amalgamati non avranno la consistenza di briciole.
Spruzzate il composto con acqua, un cucchiaio alla volta, con la frusta K in movimento, fino ad ottenere un impasto consistente. Rovesciate l'impasto su una superficie leggermente infarinata e modellatelo dandogli la forma di una palla piatta. L'impasto non deve essere lavorato troppo. Avvolgetelo in una pellicola trasparente e lasciatelo raffreddare e riposare in frigorifero per 30 minuti prima di stenderlo con il mattarello.
Per il ripieno: in un pentolino irrorare il succo di limone con le mele tagliate a piccoli pezzi e aggiungere zucchero e cannella. Quando le mele saranno ben ammorbidite e il succo di limone sarà evaporato, aggiungere i due cucchiai di marmellata (dovete sempre mescolare), dopo un pò spegnete il fuoco.
Stendere la pasta brisè e fare tanti rettangoli mettere mezzo cucchiaio di composto di mele intiepidito per ogni rettangolo, a metà della lunghezza ottenuta, nella metà libera fare due tre taglietti e chiudere il rettangolo sigillando bene i bordi.













Mettete i mini strudel in una teglia rivestita con carta forno, spennellate la superficie con il burro fuso e infornare a 180° per circa 25-30 minuti. Spolverizzate con zucchero a velo.
Buona colazione o merenda! :)