Visualizzazioni totali

martedì 23 gennaio 2018

SANGUINACCIO
Il sanguinaccio, una squisita salsa in cui intingere le chiacchiere. Ricordo ancora quando da piccola ce lo scambiavamo tra vicini di casa nel giorno di carnevale, all'epoca non c'era ancora il divieto di farlo con il sangue fresco di maiale o se già era entrata in vigore la legge, da noi ancora non si applicava! Oggi il sanguinaccio non è altro che una crema speziata al cioccolato fondente golosissima e facile da preparare.

Ingredienti:
500ml di latte
300gr di zucchero
70gr di cacao amaro in polvere
100gr di cioccolato fondente
50gr di burro
50gr di maizena
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 mezzo bicchiere di liquore a piacere, quello che preferite

Procedimento:
In una pentola capiente mescolate zucchero, cacao, cannella e maizena. Aggiungete il latte a filo e mescolate con la frusta per far sciogliere tutto (io uso Frusta Smart Tecna Tupperware, una frusta aperta).
Mettete sul fuoco a fiamma bassa e mescolate sempre finché non si addensa.
Quando il composto si sarà addensato, togliete dal fuoco e aggiungete il cioccolato fondente a pezzetti, il burro (volendo anche un mezzo bicchiere di liquore a piacere) e mescolate in modo energico tutto.
Dovrà risultarvi omogenea, liscia, lucida e senza grumi. 
Versate il sanguinaccio dentro una pirofila coperta da pellicola trasparente a contatto e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Trasferite poi in frigo per un paio d'ore. Trascorso il tempo, il sanguinaccio è pronto per accompagnare le vostre dolci chiacchiere di carnevale!
(Il sanguinaccio si conserva in frigo coperto da pellicola fino a 7 giorni)!


MIGLIACCIO

Il migliaccio dolce è una torta di semolino tipica del carnevale napoletano e ha origini molto antiche,  infatti è legata alla tradizione contadina ed è realizzata generalmente con pochi e semplici ingredienti come il semolino e la ricotta. A Napoli quindi, in occasione del martedì grasso, è possibile assaggiare, insieme alle chiacchiere, il sanguinaccio, questo dolce non fritto che rispecchia fedelmente la tradizione partenopea del carnevale! 

 

Ingredienti per uno stampo di 26cm:
300gr di semolino
1l di latte
la buccia di un limone non trattato
la buccia di un'arancia non trattato
la scorza di un limone grattugiato
i semi di una bacca di vaniglia Bourbon (oppure 3 bustine di vanillina)
500gr di ricotta
280gr di zucchero
4 uova medie
40gr di burro
1 pizzico di sale
Per decorare:
zucchero a velo q.b.

Procedimento:
In una pentola capiente mettete un litro di latte insieme ad un pizzico di sale e le bucce di limone e arancia.


Scaldate il latte senza portare a bollore e togliete le bucce con una schiumarola, aggiungete il burro.
Mescolate fino a che non si scioglie, poi versate lentamente a  pioggia il semolino e continuate a mescolare con la frusta aperta (io uso Frusta Smart Tecna Tupperware) fino a quando il composto non si addensa.



Trasferitelo in una pirofila e fatelo intiepidire. Nel frattempo preparate il resto dell'impasto: nella ciotola della planetaria (se non l'avete usate una ciotola capiente e delle fruste elettriche) mettete lo zucchero, le uova, i semi della bacca di vaniglia Bourbon*. Azionate la frusta a velocità media e cominciate a montare, quando il composto risulterà spumoso e chiaro incorporate la ricotta e infine il semolino. L'impasto dovrà risultarsi senza grumi e ben amalgamato.
Imburrate e foderate con carta forno lo stampo da 26cm di diametro, quindi versatevi il composto e livellatelo in superficie con una spatola.


Preriscaldate il forno a 180° e infornate per circa 50', dovrà risultarvi ben dorato in superficie.


Lasciatelo raffreddare nella teglia e, una volta freddo, trasferitelo su un piatto da portata e spolverate di zucchero a velo, il vostro migliaccio è pronto per essere servito!
(Potete conservare il migliaccio sotto una campana di vetro per 3/4 giorni oppure in frigorifero dentro un contenitore ermetico).




*Per prelevare i semi della bacca di vaniglia dovete inciderlo per il lungo e raschiare l'interno con la punta di un coltellino.

domenica 21 gennaio 2018

BISCOTTI MASCHERINA
Deliziosi biscotti a forma di mascherina classici e colorati per stupire grandi e piccini e rendere colorate le vostre tavole di carnevale! Sono facilissimi da preparare, sotto la ricetta e due modi sfiziosi per prepararli.
SCOPRI LE ALTRE RICETTE DI CARNEVALE:
Chiacchiere e Stelle filanti https://ilmiomondodisimonamassarocakedesigner.blogspot.it/2015/02/chiacchiere-le-chiacchiere-dette-anche.html
Castagnole https://ilmiomondodisimonamassarocakedesigner.blogspot.it/2015/02/castagnole-ricetta-base-e-varianti-ciao.html
Muffin Arlecchino https://ilmiomondodisimonamassarocakedesigner.blogspot.it/2015/02/muffin-arlecchino-ricetta-base-dei.html
Migliaccio https://ilmiomondodisimonamassarocakedesigner.blogspot.com/b/post-preview?token=3zL0I2EBAAA.GJgdGbEJBA5bYNqiGAzdQeqshuQotwEcxhlWjN8UendjIPssuZbwebxHoOXR8JiTZhl9-XUFF8zrEvoEZNyOyw.6F99WitkHwWsnbj3e-4Jgg&postId=1716412684171839906&type=POST
Sanguinaccio https://ilmiomondodisimonamassarocakedesigner.blogspot.it/2018/01/sanguinaccio-il-sanguinaccio-una.html


Ingredienti:
300gr di farina
150gr di burro
150gr di zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di essenza di vaniglia Nielsen Massey
coloranti gel alimentari
Per decorare:
confettini di zucchero colorati
cioccolato fondente o al latte
  cutter mascherina Decora
  
Procedimento:
Raddoppiate le dosi degli ingredienti per fare uscire  più biscotti.
In una ciotola disponete la farina a fontana, al centro mettete lo zucchero, l'uovo, il burro a pezzi, il cucchiaino di essenza vaniglia e un pizzico di sale. 
Impastate, formate un panetto e mettete in frigo per un'ora coperto da pellicola trasparente.
Infarinate leggermente il piano di lavoro,  dividete il panetto in parti uguali, mettete dei guanti usa e getta, prendete dei coloranti gel e colorate ciascun panetto del colore che preferite. Una parte di pasta non coloratela, vi servirà per preparare biscotti mascherina da decorare.
Stendete la pasta, una per volta e ricavateci le forme mascherina. 
Su teglie rivestite da carta forno adagiate le vostre mascherine, mettete in frigo per una mezz'ora.
Preriscaldate il forno a 160° e infornate le teglie.
Ci vorranno circa 25-30'.
Sfornate e lasciate raffreddare i biscotti sulla gratella.
Una volta freddi, prendete i biscotti mascherina non colorati, sciogliete il cioccolato che preferite a bagnomaria, spennellate oppure immergete le estremità delle vostre mascherine (o anche interamente), adagiatele  su un foglio di carta forno e zuccherini, spolverate anche la parte superiore con gli zuccherini e lasciatele solidificare. 

Volendo potete decorare i vostri biscotti con glassa o pasta di zucchero:
per la glassa: 100gr di zucchero a velo, 2 cucchiai di acqua fredda, coloranti alimentari q.b. 
per la pasta di zucchero: basterà spennellare la base biscotto di gelatina a freddo, ricavare le forme mascherina su pasta di zucchero e incollarle sulla base!





sabato 20 gennaio 2018

PESCE SPADA ALLA SICILIANA
Ciao a tutti amici del blog il piatto che vi presento oggi è pesce spada alla siciliana un piatto semplice e veloce da preparare ma molto saporito. Provatelo! 

Ingredienti:
2 fette di pesce spada
1 spicchio di aglio
150 gr di pomodorini
50gr di olive verdi
vino Aglianico bianco q.b.
origano, pepe, sale, olio extra. di oliva q.b.
prezzemolo q.b.
10gr di pinoli 
1 acciuga
1 cucchiaio di olio di acciughe

Procedimento:
Tagliate a pezzetti l'aglio e fate rosolare con un po' di olio in una padella.
Aggiungete i pomodorini precedentemente lavati e frullati con il mixer.
Mettete le fette di pesce spada e aggiungete sale, pepe.
Girate le fette di tanto in tanto.
A quasi fine cottura spruzzate con un po' di vino bianco.
Prendete le olive verdi, aggiungete un'acciuga a pezzettini ed un cucchiaio di olio delle acciughe. A fine cottura,  unite il tutto insieme ai pinoli.
Spolverate con un po' di prezzemolo.
Servite!






















venerdì 19 gennaio 2018

TARTUFINI AL CAFFè E CIOCCOLATO
Golose palline con cioccolato e caffè, ecco come potete reciclare il pandoro avanzato e creare così deliziosi tartufi che conquisteranno al primo morso! 


Ingredienti per 16 palline:
300gr di pandoro (solo mollica non la base)
2 tazzine di caffè non zuccherato
100gr di cioccolato bianco
1 cucchiaio di Nutella
1 cucchiaio di burro
1/2 tazzina di rum (facoltativo)
16 pirottini

Procedimento:
Preparate il caffè e fatelo raffreddare. 
Sbriciolate il pandoro e mettete da parte.
In un pentolino mettete il cioccolato bianco e fate sciogliere dolcemente a bagnomaria.
Unite il cioccolato ed il caffè freddo al pandoro e impastate.
Formate le palline e mettete da parte.
In un pentolino fate sciogliere il burro, aggiungete un cucchiaio di Nutella, mescolate finché il composto non risulta liscio, se volete aggiungete un po' di rum.
Immergete le palline poi mettetele nei pirottini.
Decorate a piacere.

lunedì 15 gennaio 2018

PARIGINA

La parigina è una ricetta tipica napoletana: un mix tra una pizza e un rustico poiché ha una base morbida di pasta pizza, sugo, provola, prosciutto cotto e ricoperta in superficie da uno strato friabile di pasta sfoglia. In diversi bar e rosticcerie napoletane se ne trovano tutti i giorni e a tutte le ore insieme ad altre specialità (pizze montanare ed altri rustici). La parigina è uno spezzafame adatto per tutta la famiglia, ve ne innamorerete al primo morso! 

Ingredienti per una base rettangolare 30x40cm
Per la pasta pizza:
500gr di farina
1/2 cucchiaio di sale
1 cubetto di lievito di birra fresco
300ml di acqua
1 pizzico di zucchero
Per il ripieno:
150gr di prosciutto cotto
250gr di provola oppure caciocavallo
1 bottiglia di sugo di pomodoro
sale e olio extravergine q.b.
Per guarnire:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 cucchiaino di latte
1 tuorlo

Procedimento:
Per preparare la parigina cominciate a fare l'impasto per la pizza: disponete la farina a fontana, unite il sale, al centro mettete il lievito precedentemente sciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida e un pizzico di zucchero.
Impastate tutti gli ingredienti e aggiungete la restante acqua quando serve, dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Ponete l'impasto in una ciotola coperta da pellicola trasparente e avvolta da un panno caldo, lasciate lievitare fino al raddoppio. 


Oleate la teglia con un cucchiaio di olio.
Stendete la pasta e adagiatela sulla teglia, versateci 2/3 di sugo di pomodoro, sopra adagiate le fette di prosciutto cotto e provola (o caciocavallo).
Coprite con altro sugo.
Prendete la pasta sfoglia e stendetela un po' con il mattarello per darle la dimensione della teglia poi bucherellatela con la forchetta.
Coprite il ripieno con la pasta sfoglia e sigillate i bordi.
Separate il tuorlo dall'albume e mettete in un bicchiere insieme ad un cucchiaino di latte, mescolate bene.
Spennellate tutta la superficie con il tuorlo e infornate in forno preriscaldato a 200°per 35 minuti.








venerdì 12 gennaio 2018

CROSTATA CON MARMELLATA DI KUMQUAT E MELE
A casa i miei genitori preparavano sempre tante cose buone come i formaggi, la pasta fresca, le passate di pomodoro e le marmellate! Sono cresciuta osservando e imparando da loro forse e anche questo che mi ha spinto ad avere un grande amore verso la cucina e la pasticceria. Amo sperimentare, creare e imparare sempre di più. Qualche giorno fa ho preparato diverse confetture, avevo molte clementine e mandarini cinesi, chiamati Kumquat sono buonissimi e davvero particolari hanno un sapore un po' agre e molto deciso. Mia suocera ne ha perfino una bella pianta giù da me! Con un bel vasetto ho preparato  una  crostata con mele e zucchero a velo e mandorle. Golosissima vi consiglio di provarla!
  
Ingredienti per la marmellata:
2,5kg di Kumquat
1,5kg di zucchero
il succo di un limone+scorza grattugiata  oppure 1 bicchierino di limoncello

Per prima cosa, sterilizzate i barattoli: forno preriscaldato a 100°, mettete i barattoli aperti e i tappi per 5 minuti e lasciateli poi raffreddare al suo interno.
Per la marmellata: mettete i mandarini cinesi in una ciotola coperti da acqua fredda per almeno 3 ore (questo permetterà alla buccia di idratarsi e sprigionare tutto il suo sapore, c'è anche chi li tiene per 10 ore in acqua). 
Trascorso il tempo, prendete i mandarini e strofinateli con uno spazzolino o retina per eliminare eventuali residui.
Tagliate a rondelle ed eliminate tutti i semi.
Mettete in una casseruola. 
Aggiungete lo zucchero, il succo di limone e la buccia grattugiata.
Mescolate bene poi cuocete la marmellata a fuoco dolce mescolando di tanto in tanto per una ventina di minuti, il tempo che rilasciano tutto il loro succo. A questo punto potete alzare la fiamma e se non volete pezzi grossi nella vostra marmellata, prendete un mixer e frullate. 
Mescolate di tanto in tanto. 
Fate cuocere per 15', sarà pronta quando farete la prova del piattino (mettete un po' di marmellata su un piattino, inclinatelo  il composto fa fatica a scivolare, è pronto).  
Riempite i vasetti precedentemente sterilizzati con la marmellata ancora bollente, sigillate bene i vasetti e capovolgete, dovranno stare a testa in giù per 20minuti.



Crostata
Ingredienti per la frolla base 28cm:
500gr di farina
250gr di zucchero a velo
250gr di burro+una noce per imburrare lo stampo
2 uova
la scorza di una arancia grattugiata
1 vanillina
Per il ripieno:
marmellata di Kumquat 
4 mele
50gr di mandorle a listarelle

Disponete la farina a fontana nella ciotola della planetaria, al centro mettete lo zucchero a velo, il burro a pezzi, la scorza grattugiata di arancia e le uova. Impastate con la frusta K, foglia (oppure preparate la frolla a mano).



Imburrate lo stampo.
Stendete un pezzo di frolla e adagiatelo nello stampo da crostata.
Mettete un vasetto di marmellata di Kumquat da 250gr, poi tagliate le mele a fette e disponetele sopra.


Cospargete di zucchero a velo, mandorle e decorate con la frolla rimasta a piacere.


Infornate a 160° fino a doratura.