Visualizzazioni totali

mercoledì 23 gennaio 2013

COLLABORAZIONE CON NANNINI PRESENTAZIONE:

Ciao a tutti voglio presentarvi una azienda che vanta oltre 60 anni di esperienza nella produzione e nella distribuzione di borse ed accessori in pelle: Nannini!

Essa nasce dall'idea e dall'impegno di Virgilio Nannini nel 1945 a Firenze che gestisce e conduce con successo l'azienda per quasi venti anni affiancato da i figli. Nannini è un’azienda familiare che nella sua lunga storia ha saputo svilupparsi fino a diventare un’azienda moderna e strutturata, proiettata sui mercati internazionali e con un management dinamico e professionale. Questi hanno poi a loro volta promosso la crescita dell’azienda fino a l’ingresso della terza generazione, che ne ha gestito il percorso di sviluppo nel l’ultimo decennio e ha contribuito a rivoluzionare l’immagine della società,conferendole una connotazione contemporanea e internazionale, sempre orientata alla soddisfazione dei propri clienti.
Vi consiglio di dare una occhiata ai seguenti siti: 


                                       “Tresure Map”

Nasce la prima collezione di borse e accessori firmata
 Guillermo Mariotto
Si è tenuta questo mese a Firenze in occasione di Pitti Immagine Uomo, in anteprima la presentazione di “Tresure Map” by Guillermo Mariotto, designer dell’omonima griffe e dell’ Alta Moda della maison Gattinoni, la sua prima collezione di borse e accessori realizzata in collaborazione con Nannini, storica azienda di pelletteria fiorentina. Pensata per una donna viaggiatrice, la collezione s’ispira al tema della mappa del tesoro e propone una pattern colorato e raffinato che diventa stampa decor su tessuto gauffre’, abbinato a profili in morbida vacchetta per le più eleganti e a profili in pelle stampa cocco per le più fashion. La gamma dei modelli è tra le più varie e incontra gusti trasversali: dalle shopping bag di varie dimensioni, ai secchielli, bauletti e pochette per la sera, fino alla maxishopper a forma di “veliero”, vera icon bag di collezione.

Guillermo Mariotto sin dal 1994 è stato illustre creatore della Maison di Alta Moda Gattinoni e sino al 2010 è stato Direttore Creativo di tutte le linee di prêt-à-porter e accessori con la griffe della storica Maison. Studia e si laurea a San Francisco presso il “California College of Arts and Craft”. Dopo Londra e Parigi, sarà proprio Roma a catturare il suo interesse. Nel 1985 entra a far parte dello studio stilistico della Maison Gattinoni e nell’88 giungono insieme a Raniero al debutto della inedita immagine Haute Couture di Gattinoni. Dopo la prematura scomparsa di Raniero, la direzione artistica della griffe passa nelle sue mani e nel 1994 saluta il pubblico sulla passerella al termine di una sfilata dedicata ad “Eva”, che ispirò una scena del film “Prêt-à-porter” di Robert Altman. I molteplici interessi di Guillermo Mariotto per le diverse forme d’arte lo hanno spinto a realizzare i costumi di scena per la televisione, per il cinema, per il teatro e per l’opera lirica. Un’edizione memorabile di “Madame Butterfly” nel 2004 (direzione di Placido Domingo, scene di Arnaldo Pomodoro) in occasione del centenario celebrativo del capolavoro pucciniano a Torre del Lago. Da marzo 2011 l’eclettico designer firma “Le bacchettate di Mariotto” una speciale rubrica sul settimanale Gente. Dal 2004, la trasmissione televisiva “Ballando con le Stelle” condotta da Milly Carlucci su Raiuno vede Mariotto tra i protagonisti del cast in veste di giurato. Il 2010 segna, inoltre, il debutto di Mariotto nella narrativa con il suo primo libro “Ballando sull’Acqua”, edito da Add Editore e presentato al Salone Internazionale del libro di Torino nel maggio 2010. Nel 2011 debutta nel licensing con la griffe Guillermo Mariotto, siglando un accordo con l’azienda fiorentina CAR Bomboniere e lancia al MACEF la prima linea di present ware e accessori per la casa firmata Guillermo Mariotto. Nel 2012 l'estro creativo del designer si esprime attraverso nuove collezioni recanti la sua griffe. Home fabrics, prodotta e distribuita dall'azienda Eria di Carpi e una collezione di borse e piccola pelletteria, prodotta  e distribuita dalla storica azienda Nannini di Firenze.














Nannini torna al Made in Italy

Dalla stagione primavera-estate 2014 la collezione di borse in pelle Nannini sarà prodotta interamente in Italia. La mossa completa così un percorso graduale di rilocalizzazione che la storica griffe fiorentina ha avviato ormai da tre stagioni.

“Abbiamo deciso di riportare tutto in Italia, rilocalizzando produzioni che erano da anni affidate a terzisti dell’Europa dell’Est “, dichiara l’amministratore delegato Alessandro Giudice, “in coerenza con il recupero dei tratti di fiorentinità e artigianalità dei nostri prodotti che abbiamo avviato l’anno scorso”
“Produzione in Italia significa anche vicinanza all’azienda, alle radici storiche dell’artigianalità e della manualità fiorentine. Questa prossimità ci consente dunque un costante e accurato controllo della qualità realizzativa. Certo, anche le produzioni estere avevano acquisito un grado di sofisticazione tecnica affinato negli anni, grazie alla presenza permanente dei nostri tecnici e ad un ferreo controllo di qualità, ma ora la produzione sarà fatta interamente dietro casa”.

Nannini fu tra i primi, già ai tempi del fondatore dell’azienda Virgilio Nannini negli anni ‘50, a sviluppare un processo produttivo basato sui terzisti, sui laboratori familiari, sugli artigiani. Per decenni questo processo di esternalizzazione (poi adottato da tutti i produttori di pelletteria) aveva avuto come bacino di riferimento l’area fiorentina. Dagli anni ‘90 molte aziende avevano poi cominciato a delocalizzare verso l’Europa dell’Est, ma oggi Nannini sceglie di muoversi in controtendenza.
“Vogliamo dare alle nostre clienti un vero Made in Italy”, afferma Giudice, “perché oggi la sfida si vince sul design ma anche sulla qualità. Si parla spesso di contenuti emozionali: ma emozionalità oggi è soprattutto un dettaglio fatto bene, una lavorazione artigianale, un particolare”.

Le novità in casa Nannini non si fermano qui: è in uscita la griffe di pelletteria Guillermo Mariotto (di cui Nannini ha acquisito la licenza produttiva e distributiva) presentata al Mipel di settembre e che sta per raggiungere i migliori punti vendita italiani e internazionali, suscitando la curiosità di un pubblico che attende il debutto - con la sua griffe - del grande creatore dell’Alta Moda Gattinoni, celebre anche per le sue presenze televisive.
Sul fronte della distribuzione commerciale, Nannini ha aperto prima dell’estate il nuovo monomarca all’aeroporto di Napoli e ha riassunto in gestione diretta il negozio in Galleria Alberto Sordi a Roma.
Continua poi l’espansione commerciale del marchio che sarà distribuito da questa stagione in Cina e in Brasile, frutto di un lavoro paziente portato avanti in questi mesi dal team commerciale dell’azienda, guidato da Sandra Nannini.
Nannini chiuderà il 2012 con un fatturato intorno ai 12 milioni di Euro, che tiene conto dello spinoff del marchio Luana, che sarà completamente riposizionato e rielaborato nello stile e tornerà al mercato con la primavera estate 2014.


11 commenti:

  1. davvero un bel brand mi piacciono molto la borsa bianca

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo Brand che non conoscevo ancora! Grazie, bellissime borse

    RispondiElimina
  3. Un grande brand e una grande firma insieme! Fantastico!!!

    RispondiElimina
  4. Bellissime borse!! non conoscevo questo brand grazie per le info!

    RispondiElimina
  5. l'avevo già sentito ma non mi ero mai informata in merito ai prodotti

    RispondiElimina
  6. ciao che bel post, le borse son stupende.

    RispondiElimina
  7. io adoro qste borse...sono davvero originali

    RispondiElimina
  8. Belle borse, complimenti per il post :)

    RispondiElimina