Visualizzazioni totali

martedì 22 gennaio 2013

COLLABORAZIONE CON GOJI PRESENTAZIONE:

Il Goji, piccola bacca tibetana, è il frutto adatto per chi desidera prevenire il processo di invecchiamento e restare in forma. Le bacche di Goji contengono infatti numerosi nutrienti antiossidanti che contrastano l'azione dei radicali liberi sull'organismo.

Sul sito http://www.goji.it/ è possibile acquistare le bacche di goji comodamente da casa e con la sicurezza di un prodotto controllato. Le bacche di goji sono un alimento adatto anche a chi soffre di diabete si possono preparare tante ricette golose e profumate ricche di salute per il nostro organismo, con le bacche Goji potete preparare gustose ricette dolci (muffins, panettoni, biscotti ... )..
Le Bacche di Goji hanno un effetto benefico sulla pelle, hanno anche una grande quantità di carotinoidi che  effetti benefici per la vista, e la cataratta


  1. I carotinoidi non si trovano solo nelle cellule negli occhi ma anche in quelle della pelle e proprio come nel caso degli occhi svolgono un’azione protettiva nei confronti dei raggi solari contribuendo a mantenere la pelle giovane e preservarla dalla comparsa di macchie e tumori.

    In particolare il beta-carotene svolge in questo caso un ruolo chiave.

    Oltre a proteggere la pelle le bacche di goji contengono una serie di sostanze nutrienti importanti per i tessuti connettivi della pelle, in particolare vitamina C, zinco e rame. La pelle appare più morbida ed elastica, le bacche quindi non rendono solo più sani ma anche più belli.

    Le bacche di goji: effetto antinfiammatorio e antireumatico grazie ai carotinoidi
    Lo sapevate che le bacche vengono spesso utilizzate come rimedio contro febbre ed infiammazioni in generale?E bene si!
    Studi scientifici lo confermano: sarebbe in particolare la presenza di carotinoidi, presenti in abbondanza nelle bacche, ad esercitare un effetto antinfiammatorio

    Studi di ampia portata condotti su migliaia di probandi hanno infatti dimostrato che una sufficiente assunzione di carotinoidi riduce il rischio di malattie reumatiche come l’artrite reumatoide. Sono in particolare la zenxantina e ß-criptoxantina a far si che la probabilità di sviluppare queste malattie diminuisca. Anche l’antiossidante SOD, anch’esso presente nelle bacche, è in grado non solo di prevenire l’artrite ma anche di alleviarne gli effetti. I test condotti finora solo su animali affetti da artrite hanno evidenziato un riduzione del 56% dell’infiammazione. 


    Raggi UV: proteggere la vista con le Bacche di Goji
    Abbiamo già parlato dei benefici dei carotinoidi presenti in grande quantità nelle Bacche di Goji. I carotinoidi non prevengono tuttavia soltanto l’insorgere di alcune patologie ma offrono anche un’azione protettiva contro i sempre più aggressivi raggi UV.
    Uno schermo per la retina 

    Già negli anni Cinquanta è stato possibile individuare i carotinoidi zeanxantina e luteina in abbondante quantità nella macula, la regione centrale della retina, quella che presenta il numero più elevato di fotorecettori e ci garantisce una visione per così dire ad “alta risoluzione”. È in particolare questa regione della retina che riceve i fasci di luce che entrano nell’occhio e con essi anche i raggi UV. L’abbondante quantità di carotinoidi aiuta a preservare la retina dagli effetti nocivi dei raggi UV.

    Zeaxantina nelle Bacche di Goji
    Mentre la luteina è presente in molte piante di consumo alimentare, la presenza zeaxantina è scarsa. Recenti studi hanno attestato che il fabbisogno giornaliero di zeaxantina è di circa 2-4 mg da assumere per via alimentare. Le Bacche di Goji essiccate contengono 1.45 mg/g di zeaxantina. Qualche grammo di Bacche di Goji è pertanto sufficiente a soddisfare il fabbisogno giornaliero di questo carotinoide che crea uno schermo protettore, una sorta di occhiale da sole per la retina contro i raggi UV.

    Acido ellagico: un’arma segreta dalle Bacche di Goji contro i radicali liberi
    Esposizione ad agenti inquinanti e stress sono ormai ben noti come fattori alla base di molte patologie. Questo perché favoriscono la proliferazione dei pericolosi radicali liberi. 


    I radicali liberi in realtà aiutano a combattere agenti patogeni e tossine. Ma quando sono presenti in concentrazione elevata iniziano ad attaccare anche le cellule sane dell’organismo. 

    L’esposizione ad agenti inquinanti, fumo, stress ed un’alimentazione scorretta, fattori che caratterizzano in misura più o meno consistente lo stile di vita di molte persone, conducono ad una proliferazione di radicali liberi nell’organismo.
    I radicali liberi attaccano le cellule a partire dalla membrana esterna fino ad arrivare al nucleo modificando il DNA. In questo processo si dice che i radicali liberi “ossidano” le cellule. 

    Alcune vitamine come la vitamina C, i polifenoli e alcuni elementi come il Germanio contenuti nelle bacche di Goji in alte percentuali hanno un’azione antiossidante, impediscono ai radicali liberi di ossidare le cellule. 

    Tra questi l’acido ellagico, un polifenolo presente nelle bacche di goji ma raramente in altri alimenti, è un potentissimo antiossidante i grado di contenere l’azione nociva dei radicali liberi sulle cellule sane dell’organismo.

    Le bacche di Goji: un toccasana per il diabete

    Le bacche di Goji sono un alimento sano, anzi addirittura benefico per chi soffre di diabete, per diversi motivi. Innanzitutto perché possiedono un basso carico glicemico. Il carico glicemico (CG) è un valore che indica la maniera in cui un alimento influisce sulla tasso glicemico del sangue. Alimenti che hanno un basso carico glicemico portano ad un aumento ridotto del livello di zuccheri nel sangue. Poiché la maggior parte dei carboidrati contenuti nelle bacche di goji è costituita da un gruppo di quattro zuccheri complessi LPB unici in natura e a basso carico glicemico, le bacche di goji possono essere assunte tranquillamente anche da diabetici.

    Combattere il diabete con le bacche di goji
    Le bacche di goji hanno inoltre un effetto benefico per chi soffre di questo disturbo grazie alla presenza di cromo. Il cromo infatti è un elemento necessario a trasportare il glucosio dal sangue alle cellule. In tal modo il livello di zuccheri nel sangue non aumenta o viene ridotto. Un studio condotto per ora solo su animali diabetici, ha dimostrato che l’ assunzione di bacche di goji per due settimane ha condotto ad una riduzione del 42% del tasso glicemico.

    Le bacche di Goji: proteggere il fegato con il potente antiossidante naturale
    Il fegato è uno degli organi più complessi del nostro corpo e svolge fra le sue innumerevoli funzioni anche quella di eliminare tossine e sostanze nocive dal corpo. Proprio per questo motivo nel fegato è presente un’elevata quantità di antiossidanti in particolare il preziosissimo enzima superossido dismutasi che svolge una funzione chiave nei processi antiossidanti. Un sovraccarico per il fegato legato ad un’elevata presenza di sostanze nocive in combinazione con una carenza di antiossidanti è spesso alla base di patologie epatiche che con il tempo possono condurre anche alla formazione di tumori. Le bacche di Goji con il loro elevatissimo potenziale antiossidante rappresentano una marcia in più per il fegato perché la presenza di antiossidanti aiuta il fegato a disfarsi dei radicali liberi. Esami di laboratorio hanno inoltre dimostrato che nelle bacche di goji sono contenute anche tutta una serie di sostanze benefiche per il fegato come i cerebrosidi e i pirroli. Queste sostanze aiutano a preservare le cellule del fegato dalle sostanze nocive. Anche la zeaxantina e i carotinoidi presenti in abbondanza nelle bacche di goji aiutano il fegato a resistere al loro attacco. 






13 commenti:

  1. Conffermo1 le bacche di goji sono spettacolari!!!

    RispondiElimina
  2. Interessante il tuo post e gli effetti delle bacche, grazie per le info!

    RispondiElimina
  3. mi piacciono molto, le consumo con il latte!!

    RispondiElimina
  4. questi prodotti non li conoscevo proprio

    RispondiElimina
  5. ne ho sentito parlare ma adesso dopo il tuo accuratissimo post....mi hai fatto venir voglia di provarle!!!!

    RispondiElimina
  6. interessante di sicuro le cerco per provarle.

    RispondiElimina
  7. Non conosco queste bacche, ma da come ne parli sono sicuramente buonissime!

    RispondiElimina
  8. Grazie, mi hai convinta a provarle

    RispondiElimina
  9. Sono ottime per la salute e anche quando si è a dieta. Ottimo prodotto!

    RispondiElimina
  10. Da provare subito.grazie del consiglio simo!

    RispondiElimina