Visualizzazioni totali

giovedì 30 novembre 2017

DORAYAKY


Ciao a tutti amici del blog sicuramente ricorderete Doraemon il simpatico gatto di colore blu che ne combina di tutti i colori e che và matto per i Dorayaky una delle merende più famose del Giappone! Queste golose frittelline ricordano molto i pancakes americani (trovate la ricetta dei miei pancakes nell'indice, anche con variante al cioccolato e versione salata) ma vengono farciti come fossero panini. In Giappone si usa servirli con una salsa di fagioli azuki ma potete farcirli come più vi piace (marmellata, crema al cioccolato o volendo potete optare per un ripieno salato)! Sono abbastanza leggeri e preparati senza aggiunta di grassi, ottimi per una colazione/merenda piaceranno a grandi e piccini!

Ingredienti per 8 dorayaky (4 se farciti):
250 gr di farina
200 ml di acqua
150 gr di zucchero a velo
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di lievito chimico per dolci
olio di semi q.b. per ungere la padella

Procedimento:
Per preparare i Dorayaky per prima cosa versate lo zucchero in una ciotola poi la farina, il lievito, le uova, il miele e l'acqua. Con l'aiuto di una frusta sbattete il composto energicamente fino ad ottenere un composto privo di grumi e dalla consistenza fluida.
Scaldate la padella per creps (se non l'avete potete usare una padella antiaderente), versate un filo di olio e spandetelo sulla superficie. Versate un mestolo di composto per ogni Dorayaky (vi consiglio di prepararne un paio per volta). Appena si formetranno delle piccole bollicine in superficie potrete girarle. Occorreranno 3 minuti per la cottura. Proseguite in questo modo fino a terminare l'impasto e inpilate man mano i vostri Dorayaky che potrete gustare da subito al naturale oppure farciti a mò di panini con confetture o creme a vostro piacere. Volendo, spolverate di zucchero a velo.
I Dorayaky vanno consumati in giornata, volendo potete aromatizzare l'impasto con i semi di una bacca di vaniglia o con scorza limone/arancia grattugiata!












































Nessun commento:

Posta un commento